Articoli con tag: Francesco Pantaleone

DADT – cartolina

D.A.D.T. DON’T ASK DON’T TELL | mostra

Don’t ask don’t tell è l’espressione che riassume l’ipocrisia di un atteggiamento: non chiedere e non dire. Fa riferimento alla linea politica degli Stati Uniti d’America in merito alla questione dell’orientamento sessuale dei membri dell’Esercito: tra il 1993 e il

DADT – cartolina

D.A.D.T. DON’T ASK DON’T TELL | mostra

Don’t ask don’t tell è l’espressione che riassume l’ipocrisia di un atteggiamento: non chiedere e non dire. Fa riferimento alla linea politica degli Stati Uniti d’America in merito alla questione dell’orientamento sessuale dei membri dell’Esercito: tra il 1993 e il

Lovett/Codagnone_AllMyColou

LOVETT/CODAGNONE. ALL MY COLOURS TURN TO CLOUDS | mostra

«Lovett/Codagnone sono interpreti di un linguaggio che è fortemente morale prima che artistico, sociale prima che culturale. In questo senso la loro arte è metalinguaggio. Si nutre di azione segno e parola, di differenti universi culturali, un po’ come fa

Lovett/Codagnone_AllMyColou

LOVETT/CODAGNONE. ALL MY COLOURS TURN TO CLOUDS | mostra

«Lovett/Codagnone sono interpreti di un linguaggio che è fortemente morale prima che artistico, sociale prima che culturale. In questo senso la loro arte è metalinguaggio. Si nutre di azione segno e parola, di differenti universi culturali, un po’ come fa

LOVETT/CODAGNONE. CANDIDATE | performance

Il progetto del duo di artisti americani si propone come una riflessione sull’aforisma nietzschiano «Le convinzioni, più delle bugie, sono nemiche pericolose della verità», una riflessione che di fatto innesca un meccanismo di critica rispetto ai dogmatismi sociali e agli

LOVETT/CODAGNONE. CANDIDATE | performance

Il progetto del duo di artisti americani si propone come una riflessione sull’aforisma nietzschiano «Le convinzioni, più delle bugie, sono nemiche pericolose della verità», una riflessione che di fatto innesca un meccanismo di critica rispetto ai dogmatismi sociali e agli