NINO GENNARO. L’ANGELO DEL SOTTOSUOLO | Vent’anni dopo

Nino Gennaro. L’angelo del sotosuolo

A vent’anni dalla scomparsa di Nino Gennaro, i suoi amici di allora curano a Palermo una rassegna di eventi per ricordarlo.
Intellettuale anarchico, impegnato per una parallela liberazione dalle oppressioni di carattere sessuale, politico e mafioso, Nino produceva effluvi di taccuini, teatro domestico d’avanguardia, eventi di poesia visiva, elaborazioni di politica partecipata dal basso. Il tutto in una Palermo che, tra gli anni ’70 e ’90, sfondava il muro delle cronache nazionali solo per gli eventi sanguinosi di mafia.
A giugno 2015, appena terminata a Palermo una ricerca sul suo sconfinato archivio di scritti, immagini e documenti, si è organizzato quindi un incontro pubblico sul tema del diritto alla casa, una lecture dei suoi testi teatrali sulle scale del Teatro Massimo, e una mostra presso il Teatro Biondo.
Sono stato accolto in quella comunità come un amico di Nino, e ho offrendo il mio contributo alla curatela degli eventi elaborandone l’immagine grafica.

Nino Gennaro. L’angelo del sotosuolo

Annunci