Paper / Flesh

Paper / Flesh

scansione di una fetta di salame
stampato in bianco e nero
in 400 copie su carta A4

Le copie 2-8 tratte dalla risma sono parte del progetto Fondazione Cresco in Basilicata, fondazione di comunità: l’opera è entrata a far parte della sua collezione e alcune copie sono state donate ai sindaci lucani che hanno aderito al progetto nel mese di novembre 2013, ad Aliano, paese che accolse Carlo Levi durante gli anni del suo confino.
L’immagine è stata scelta per la sua attinenza al tema della comunità. Ogni foglio riporta la riproduzione della scansione di una fetta di salame, che costituisce un elemento circolare al centro della pagina, in ostensione come un’ostia, ossia l’incarnazione del sacrificio. Il riferimento è all’immagine emblematica della stabilità, della coesione sociale e della sopravvivenza costituita dal maiale per la civiltà contadina. La risma scansiona idealmente la carne del maiale mediante uno scambio simbolico tra foglio e fetta di salame. D’altra parte moltiplica per 400 volte l’immagine di una stessa fetta di salame, costituendosi come gesto apotropaico e miracoloso per propiziare un anno in cui il nucleo comunitario può contare di scampare alla fame. Così il maiale, cui l’allevatore e capo famiglia “sputa” in segno di benedizione, è rispettato e sacrificato, custodito con cura e infine immolato nella cerimonia rituale dell’uccisione del maiale, un vero e proprio atto di costituzione e mantenimento della comunità. Attorno alla tavola, infine, il salame viene condiviso, affettato e distribuito, così come i fogli di questa risma sono distribuiti ai sindaci lucani.

Paper / Flesh

Veduta dell’istallazione.

Paper / Flesh

Veduta di un adattamento dell’opera per la proiezione sulla facciata di alcune case nei Sassi, in via Buozzi a Matera, in occasione di Materadio (ottobre 2013), evento in sostegno della candidatura di Matera a Capitale Europea della Cultura 2019.

Annunci